logoanammi A.N.AMM.I.
Associazione Nazional-europea AMMinistratori d'Immobili
Prima associazione
certificata
UNI EN ISO 9001

logo accredia
 

 

 

 

 

AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO
Professione esercitata ai sensi della Legge n. 4/2013

  A seguito dell’approvazione della Legge sulle professioni non regolamentate, l’amministratore di condominio ha la possibilità di valorizzare meglio il suo lavoro e le sue competenze. La L. n. 4/2013, infatti, stabilisce che il professionista vede riconosciuta la sua attività in ambito socio-economico, anche se non iscritto ad un ordine professionale, sulla base di precisi requisiti professionali e in virtù dell’iscrizione ad associazioni come l’ANAMMI, che rispondono a parametri quali il rispetto delle regole deontologiche e la formazione permanente.
  In tal senso il provvedimento, impone che, in tutte le comunicazioni ufficiali dell’amministratore, accanto alla dicitura “iscritto all’ANAMMI” (ad es.: carta intestata, lettera di presentazione, biglietto da visita, targhe di reperibilità, ed altro) con il relativo numero di iscrizione, figuri anche la seguente dicitura:
  Professione esercitata ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4 (G.U. n. 22 del 26.1.2013)
  Non si tratta di un fatto formale, ma di una sorta di “bollino blu” che, se non esplicitato secondo la norma, è da considerarsi pratica commerciale scorretta. L’art.1, co.3 della Legge 4, infatti, recita così:
  Chiunque svolga una delle professioni di cui al comma 2 contraddistingue la propria attività, in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, con l’espresso riferimento, quanto alla disciplina applicabile, agli estremi della presente legge. L’inadempimento rientra tra le pratiche commerciali scorrette tra professionisti e consumatori, di cui al titolo III della parte II del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, ed è sanzionato ai sensi del medesimo codice.
  Quanto sopra al di là dell’adeguamento richiesto dalla normativa, rappresenta anche un modo per meglio sottolineare la professionalità dell’amministratore e l’appartenenza ad una associazione di categoria fra le più rappresentative a livello nazionale, consentendo anche di incrementare il potere di acquisizione di nuovi condominii.